illuminazione prese e interruttori vintage in porcellana
11 Maggio Prodotti, Decorazione

Illuminazione: porcellana e prese retrò

Il materiale più utilizzato nella fabbricazione degli interruttori elettrici, fino alla metà del 1900, era la ceramica.

Alcune prese avevano una base di legno, molto spesso di faggio, chiamata 'rosetta' e i fili metallici erano isolati con una treccia di fili di cotone.

Poi arrivò la bachelite e sostituì il legno e la ceramica, poichè resistente, durevole e con una produzione meno costosa.

 

illuminazione prese e interruttori vintage in porcellana trendalert

 

La tendenza al recupero e al riuso ha riacceso in molti di noi il piacere del 'clack' caratteristico dell'interruttore rotativo.

Il gusto retrò di questi oggetti viene oggi rieditato e proposto in ceramica e ottone da molte aziende e i vari elementi possono essere rifiniti in nichel, oro o brunito.

 

illuminazione prese e interruttori vintage in porcellana trendalert

 

Sono adatti in una abitazione moderna, rustica, complementi perfetti per lo shabby chic e per lo stile industriale, ma anche con il black&white e con le ambientazioni nordiche:

insomma sono belli, comodi e vanno bene dappertutto.

Gli spagnoli Fontini sono i produttori della serie Garby e Dimbler nelle immagini qui sopra.


Dell'azienda italiana  Aldo Bernardi  sono invece gli elementi della serie Polluce (presa e interruttore) e della serie Bellatrix (interruttore).

illuminazione prese e interruttori vintage in porcellana trendalert

illuminazione prese e interruttori vintage in porcellana trendalert