street food  Scotch Egg vegetariano dello chef Andy Bates
14 Mar Living, Food

Cucinare senza pregiudizi: gli Scotch Eggs vegetariani di Andy Bates

E' tempo di liberarsi di quel luogo comune tutto Italiano che ci porta a considerare la cucina di casa nostra come l'unica cucina di qualità, e' ora di allargare i nostri orizzonti e cominciare a curiosare nei mercati esteri, tra le bancarelle della domenica lungo il fiume e nelle piazze di paese.

Se siete stanchi della solita lasagna al ragù, della solita parmigiana e del solito tiramisù, se avete curiosità di sapere cosa mangiano i nostri cugini emigrati all'estero, allora continuate pure a leggere.

La Gran Bretagna ad esempio e' oramai un avamposto Italiano, in certi casi non sembra neanche possibile aver preso un aereo per ritrovarsi a Cinecitta', con gli stessi aspiranti attori abbagliati dalle luci dei set che pur essendo emigrati da un decennio la domenica ancora preparano la lasagna, con il parmigiano d'importazione pagato a peso d'oro.

Questi cugini sono quelli che si vantano di essere i soli a sapere come si mangia coi loro nuovi amici indigeni, che staranno martellando di carbonara e saltimbocca alla romana.

Si spera che i nuovi amici abbiano controbattuto trascinandoli fuori dalle loro quattro mura domestiche per iniziarli alle gioie dello street food che come da tradizione include pies (torte) salate o dolci, ricoperte di custard (crema pasticcera) o ripiene di qualsiasi altra cosa, cornish pasty (una specie di panzerotto ripieno cotto al forno) e l'oggetto della dichiarazione d'amore che state per leggere: lo scotch egg.

street food Scotch Egg vegetariano dello chef Andy Bates

(foto bbcgoodfood.com)

Lo scotch egg e' un concentrato di gusto unico nella sua semplicità, un pacchetto regalo proteico nel quale i sapori terrestri e l'aroma delle spezie si fondono alla lussuria del tuorlo d'uovo.

Si tratta praticamente di un uovo ricoperto da uno strato di carne macinata (o legumi nella ricetta che preferiamo), il cui tuorlo rimane cremoso: tritateci sopra un po' di pepe fresco secondo il vostro gusto e gustatelo preferibilmente con una lager (birra bionda).

Perfetto da consumarsi in cammino tra le bancarelle del mercato della domenica o in relax per un picnic al parco.

Le origini dello scotch egg sono incerte, i droghieri esclusivi Londinesi Fortnum & Mason ne reclamano l'invenzione nel 1738 e tuttora ne vendono nei loro negozi, ma la versione che si tratti di un piatto che deriva dalla cucina povera e di riciclo degli avanzi, come spesso accade con il cibo da strada, sembra la più probabile.

Anche se oggi il cibo da strada, lo street food, e' diventato glamour, soprattutto negli Stati Uniti ormai invasi dai food truck e nel Regno Unito, che pullula di mercati all'aperto (nonostante la famigerata inclemenza del tempo) dove venditori ambulanti combattono una battaglia all'ultimo sangue per vincere la palma del cibo da strada più innovativo o inusuale.

street food Scotch Egg vegetariano dello chef Andy Bates

(Londra - Portobello | foto di Franco Duranti)

Nella ricetta tradizionale l'uovo e' ricoperto di carne macinata o di black pudding (salsiccia di fegato e altre interiora) nella versione Manchesteriana, ma quella che ci ha ispirati e' la versione vegetariana dello chef Andy Bates, vista nella prima edizione del suo programma Street Feasts e disponibile sul sito foodnetwork.co.uk

Ho avuto il piacere di conoscere Chef Andy Bates al recente Food Festival di Abu Dhabi e di metterlo all'angolo subito dopo la sua dimostrazione di cucina per una brevissima intervista, visto che mi era rimasto poco da chiedere dopo che tutte le domande che avevo erano state esaurite durante lo show.

street food Scotch Egg vegetariano dello chef Andy Bates

(Con lo chef Andy Bates | foto di Marco Zanferrari)

Andy si e' formato in Francia e Gran Bretagna in ristoranti di alta cucina, che ha abbandonato nel periodo di maggior recessione per aprire il proprio banco al mercato e dimostrare ai giovani in crisi che ci si può reinventare ed avere successo.

Da li e' diventato famoso come pie man, l'uomo delle torte, per via delle numerose pies che vendeva sul suo banco del mercato di Whitecross a Londra, dove e' stato notato dal canale televisivo Americano Food Network.

Da li e' partito per girare Street Feasts, il suo programma sullo street food, che dopo UK ha toccato gli Stati Uniti ed il Brasile.

Purtroppo mi racconta anche che col successo televisivo e i frequenti viaggi ha dovuto chiudere il banco di Whitecross. Non e' ormai una novità che i nuovi luminari della cucina non sono più i soliti Francesi, ma un grosso numero di celebrità Inglesi, tra cui il cattivissimo Gordon Ramsay e l'ambasciatore del cibo salutare (ma economico e gustoso) Jamie Oliver.

Eppure per noi italiani e' ancora un tabù pensare alla cucina Inglese come buona cucina, quindi ho pensato di chiedere a Chef Andy di darci un consiglio per affrontare la questione con meno puzza sotto il naso:

- Andy, che consiglio daresti ad un Italiano che volesse cucinare un piatto Inglese?

- La cucina Inglese e' tutta una questione di condimenti e colore, quindi giocate con quelli, condimenti, spezie e colore, tanto colore!

Non male come consiglio, per una volta, abbandoniamo i nostri italianissimi orgogli e pregiudizi e a dispetto di quello che ci diceva mamma “non si gioca con il cibo!” mettiamoci a giocare, chissà che il gioco alla fine non ci piaccia anche.

Questa e' la sua ricetta, tradotta pari pari dal sito foodnetwork.co.uk


street food Scotch Egg vegetariano dello chef Andy Bates

Procedimento:

1) fate bollire le uova per 6 minuti e mezzo. Raffreddatele e pelatele.

2) Scolate e sciacquate I ceci e fagioli in acqua fredda. Tritateli insieme fino ad ottenere una mistura grossolana.

    Aggiungete un uovo sbattuto, 150g di pangrattato, il coriandolo e tutte le altre spezie e mescolate.

    Dividete in quattro porzioni da 100g e schiacciate ogni porzione su un pezzo di cellophane da 40cm quadrati, in forme ovali di circa 12.5cm di lunghezza e 7.5cm nella parte larga.

3) Posizionate ogni uovo in un ovale, poi prendete il cellophane per gli angoli e usatelo per avvolgere la pasta di fagioli intorno all'uovo. Assicuratevi che la copertura sia liscia e avvolga le uova completamente.

4) Passate ogni rotolo prima nella farina, poi nell'uovo sbattuto, poi nel pangrattato. Ripetete l'operazione.

5) Riscaldate l'olio in una pentola profonda, l'olio sarà caldo abbastanza quando calandovi una briciola di pane questa friggerà.

    Posizionate con cautela ogni scotch egg nell'olio e fate friggere per 8 minuti fino a che non sarà dorato e croccante.

6) Rimuovete con cautela dall'olio e fate asciugare su carta assorbente.



(di Simona Duranti)