05 Lug Eventi, Living

Un mercoledì da Veg

Avete mai pensato che fare qualcosa per l’ambiente e cercare di migliorare la nostra salute sono esperienze che possono andare tranquillamente di pari passo?

Uno studio condotto dall’American Dietetic Association ha ottenuto come risultato che le diete vegetariane correttamente bilanciate sono salutari, adeguate dal punto di vista nutrizionale, e comportano benefici per la salute nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie”. Allo stesso tempo la Lav (Lega Anti Vivisezione) ha esaminato il vantaggio che il pianeta guadagnerebbe se un giorno a settimana si adottasse un’alimentazione senza carne: solo per gli italiani si ridurrebbero emissioni di Co2 pari a un miliardo e 600 milioni di chilometri percorsi da un Suv. Se questa cifra vi stupisce, pensate addirittura che una sola persona in un anno risparmierebbe l’equivalente del consumo di una lampadina accesa ininterrottamente per 277 giorni.

Nasce così il “Mercoledì Veg”, un’iniziativa promossa proprio dalla Lav che propone a chi vegano non è di rinunciare almeno un giorno a settimana ai prodotti di derivazione animale. "Abbiamo scelto un giorno libero, infrasettimanale, lontano da significati religiosi, come il venerdì, e da qualsiasi connotazione punitiva, come le diete del lunedì", spiega il presidente della Lav, Gianluca Felicetti. Senza contare che l’alimentazione cruelty free include ricette molto gustose e facili da realizzare, ad esempio con i consigli di cambiamenu.it e l’esclusivo ricettario di alta cucina vegan dello Chef Simone Salvini.

Il “Mercoledì Veg” è anche un valido rimedio salva-portafogli perché gli alimenti vegetali offrono una gamma completa di nutrienti molto spesso ad un costo decisamente inferiore rispetto ai prodotti a base di carne.

Il “Mercoledì Veg” è sostenuto da moltissime persone e anche da testimonial d’eccezione, come Paola Maugeri, giornalista e conduttrice televisiva e radiofonica che in questo video propone, senza imposizioni, un nuovo stile di vita, improntato su abitudini più ecologiche e salutari e in fondo anche più etiche.

***fonti: Lav, Web ProntoConsumatore, American Dietetic Association, cambiamenu.it