LBD: forever friends

Esiste nel guardaroba di tutte le donne (o quasi) un capo che riesce a coniugare eleganza, ricercatezza e semplicità. Stiamo parlando del mitico little black dress (o petit robe noir, come dicono i francesi), un abito passe-partout per tutte le occasioni: che sia corto, lungo, formale, dritto o con pieghe, sbarazzino o con trasparenze “maliziose”, basta cambiare qualche accessorio per passare con disinvoltura e raffinatezza dal giorno alla sera e sentirsi perfette per ogni occasione.

Il tanto amato LBD è in realtà un indumento leggendario che ha attraversato indenne i vari decenni della storia della moda e che i designer di tutto il mondo hanno interpretato e adattato alla propria visione estetica.

Tutto ha inizio nel lontano 1926 quando Vogue pubblica l’immagine di un capo dell’emergente Gabrielle Coco Chanel. La stilista, ispirandosi alle divise delle domestiche, riprese la lunghezza fino al ginocchio, la linea semplice e netta, il colletto e i polsini bianchi in contrasto con il total black dell’abito. Con questo capo la divina Coco volle lanciare un messaggio di libertà ed emancipazione, liberando le donne da bustini e sottogonne e regalando loro un abito comodo e poco complicato.

Negli anni ’30 vi fu un ritorno a linee meno rigide e più morbide e sinuose; negli anni della guerra, invece, il tubino assunse una forma squadrata e minimale, con un tocco quasi militare nelle spalle dal taglio netto.

La storia moderna inizia con il film Colazione da Tiffany del 1961, che vede il sodalizio tra Audrey Hepburn e Hubert de Givenchy: il LBD entra nella leggenda e diventa icona di stile.

La delicatezza di Yves Saint Laurent veste un'altra grande diva, Catherine Deneuve, che indossa un LBD incredibilmente chic e allo stesso tempo così moderno dalle piccole borchie perfettamente simmetriche.

Nel corso degli anni, altri grandi stilisti come Dior e Balenciaga, hanno creato modelli sempre diversi sia nel taglio che nei materiali, fino alle estreme sperimentazioni underground di Stephen Sprouse negli anni '70.

Tante le donne famose e importanti che hanno indossato il celebre tubino nero, si annoverano attrici, modelle e principesse del calibro di Liz Taylor, Marilyn Monroe, Jaqueline Kennedy, Lady Diana, Michelle Obama, Kate Winslet, Kate Middleton. 

Un abito dunque, che nei suoi quasi novant’anni di vita, ha dettato e detta ancora oggi le regole di un'eleganza inossidabile e che lascia a noi il piacere di accostamenti ed abbinamenti sempre nuovi, ma con la rara certezza di non sbagliare mai.

***photo credits: osatelegraph.org, style.it, frenchnavy.com.au, pianetadonna.it, vogue.it