Studios in NY: cozy, crazy and tiny

E’ ufficiale: New York, la città che non dorme mai, ha urgente bisogno di appartamenti per circa 800 mila persone (più della metà single!) e il sindaco Bloomberg ha addirittura indetto un concorso chiamato “adAPT NYC” per disegnare il monolocale ideale e, soprattutto, per sbloccare quella vecchia legge ancora in vigore che proibisce di costruire nella Grande Mela appartamenti più piccoli di 40mq.

Tutti i progetti sono esposti nella mostra “Making room”, al Museum of the City of New York fino al 15 settembre.

Il concorso è stato vinto dallo studio nARCHITECTS di Brooklyn, che ha ottenuto dal Comune una deroga per costruire un palazzo di dieci piani sulla 27a strada con cinquantacinque unità abitative tra i 23mq e i 32 mq, finestre scorrevoli, letti a scomparsa, tavoli pieghevoli e soffitti alti, utili da sfruttare per armadi soppalcati. Tuttavia, poiché i lavori dovrebbero iniziare a fine anno e concludersi nel 2015, i newyorkesi non sono rimasti con le mani in mano e, a modo loro, si sono ingegnati nel rendere i loro monolocali confortevoli, pratici e funzionali, ricchi di idee anche (perché no?!!?) da copiare.

Lo studio-apartment di 37 mq di Milan Hughston, nel West Village, è dotato di letto Murphy a scomparsa e di un tavolino ribaltabile per passare dalla “zona giorno” alla “zona notte”.

Ha davvero tutto il monolocale di 16mq acquistato per $150.000 da Zaarath e Christopher Prokop, posto al sedicesimo piano - senza ascensore - nel quartiere di Morningside Heights: un letto queen-size, un bagno, un armadio, un pavimento in legno, un mini-frigo, un piccolo piano cottura e una vista mozzafiato sulla Upper Manhattan. La coppia mangia spesso fuori e l’unico elettrodomestico di cui è dotato l'appartamento è una macchina che fa il cappuccino. 

Costa “solo” $700 al mese il monolocale da 9mq di Felice Cohen, provvisto di un bel letto matrimoniale soppalcato a 23 cm dal soffitto che, soprattutto i primi tempi, le ha dato un piccolo problema di attacchi di panico. 

Un loft gioiello di 17mq nel cuore di NY, dall’atmosfera accogliente grazie ai toni caldi del legno, pieno di libri, arredato con gusto ed eleganza e persino con un angolo per la lettura e la meditazione.

L’architetto Luke Clark Tyler ha progettato e costruito tutti i mobili per il suo monolocale di circa 8mq al prezzo di $800 al mese (senza bagno privato). In questo modo è stato in grado di utilizzare ogni centimetro di spazio: l'appartamento ha soffitti alti ed è arredato con un letto, una scrivania, un piccolo frigorifero e un forno a microonde. 

Credits: Museum of the City of NY, APTherapy, NYPost, The Tiny Life; Homedit