Bomboniere low cost: belle, utili e gustose

Quante volte vi sarà capitato di chiacchierare amabilmente sui preparativi del matrimonio con una coppia di amici che ha da poco fissato la data delle nozze, con neo genitori in preda all’organizzazione del battesimo del loro pargolo dai riccioli d’oro o con l’amico che festeggia la laurea dopo "appena" dieci anni di fuoricorso?!!? Se, poi, il vostro grado di confidenza raggiunge livelli medio-alti, siate pur certi che proveranno a coinvolgervi – vostro malgrado - chiedendo consigli su tutto, compreso quell'argomento che cercherete di evitare a ogni costo ma che, inevitabilmente, arriverà: “Sai, poi per le bomboniere, stiamo pensando a un oggetto discreto, tipo due cigni in cristallo, adagiati su foglie bagnate nell’oro, che formano un cuore con i loro lunghi e sinuosi colli. Che ne pensi?”. E così, mentre proverete a fingere un’espressione meravigliata e interessata e sentirete la vostra voce pronunciare un flebile “ah, carino!”, il vostro io interiore urlerà “MIO DIO”.

Ho visto bomboniere che voi umani potete immaginare benissimo, perché le avete viste anche voi. Ho visto invitati armarsi di coraggio e inventarsi complimenti improbabili reggendo tra le mani una confezione futurista dal gusto discutibile. Ho visto testimoni di nozze con l'espressione di chi si chiede che peccato abbia commesso nella vita precedente per meritarsi un piatto da frutta di porcellana dipinta a mano e una madrina di battesimo avere attacchi di orticaria alla visione di un portafoto in argento cesellato di fattura barocca, molto barocca.

All’ennesima bomboniera finita nella scatola degli oggetti da portare al mercatino, mi sono chiesta perché non promuovere un ritorno alle belle usanze di un tempo che fu, quando, soprattutto in occasione delle nozze, si preparavano dolcetti al miele da dare in dono e gli sposi distribuivano i confetti dalla “coppa amatoria” agli invitati, come augurio di fecondità e prosperità.

Se avete programmato nei prossimi mesi un matrimonio, un battesimo, una comunione o tutto ciò che, secondo il galateo, prevede una caudeaux per gli ospiti, vi consiglio di pensarci bene. Potreste essere i fautori di una nuova era, quella in cui lo spreco e il cattivo gusto cedono il passo all’eleganza e al minimalismo. E se i dolcetti proprio non vi piacciono e la confettata vi sembra inflazionata, provate a dare un’occhiata alle alternative divertenti, utili, creative e soprattutto economiche che ho trovato girovagando qua e là nella rete.

credits: cuorematto, lombardi plants, my bomboniere, fairy & fairy, donnaclick

*** in copertina: Coppa Amatoria ©Metropolitan Museum of Art -  NY