Qui nessuno ha bisogno di banane*

Una volta fissata la meta, se c’è una cosa che mi piace fare quando si pianifica un viaggio è la scelta dell’albergo in cui alloggiare.

Tramontata l’epoca dello zaino in spalla alla ricerca del letto più economico che ci sia (a.k.a. panca di legno), da qualche anno le mie ricerche si orientano verso giacigli più comodi, possibilmente centrali, possibilmente non anonimi perché, come si dice, anche l’occhio vuole la sua parte!

Il mio guru? Ovviamente TripAdvisor.

Ed è qui che, quando abbiamo deciso di festeggiare il compleanno di Amelie a Berlino, mi sono precipitata per consultare gli alloggi più interessanti che la città mi poteva offrire. Inoltre, trattandosi della mia terza volta, ho orientato la ricerca in quella che un tempo era Berlino Est, senza dubbio più ricca di storia, più affascinante, più suggestiva e, perché no, a tratti anche più romantica (fatevi un giro la sera a Mitte e provate a contraddirmi!).

Così, mi sono imbattuta nell’Hotel “Ostel Das DDR”, nel quartiere di Friedrichshain a pochi passi dalla stazione di Ostbahnhof, un albergo che ospita circa cinquanta camere ricavate da quelli che prima erano degli appartamenti di un edificio prefabbricato della Germania dell’Est, il plattenbau, rigorosamente senza ascensore e svecchiato da tutto il grigiore che lo caratterizzava. 

*****

There is one thing I like to do when planning a trip: the choice of the hotel to stay.

Far away from being a globetrotter looking for the cheapest bed (a.k.a. wooden bench), my research is oriented towards the most comfortable accomodation, possibly central, preferably not anonymous.

Who is my guru? TripAdvisor, of course.

When my friends and I decided to celebrate the birthday of Amelie in Berlin, I looked up on TripAdvisor for the best accommodation in the city. I put my research in what was once East Berlin, with no doubt richer in history, more charming, more attractive, and why not, sometimes even the most romantic (have a trip in Mitte in the evening and try to contradict me!).

So, I came across the Hotel "Ostel Das DDR" in the district of Friedrichshain, a short walk from Ostbahnhof station, with fifty rooms in a prefabricated building with no elevator of East Germany, called plattenbau.

Alla reception, dopo la calda accoglienza di una simpatica ragazza innamorata dell’Italia, si vive un vero e proprio salto temporale: il divano in stile anni ’70, la televisione fissa sul canale di stato, quadri di Marx appesi alle pareti e libri del “regime” lasciati un po’ a caso sul tavolino nel tentativo, ottimamente riuscito, di ricostruire l’atmosfera tipica della DDR.

*****

At the reception, after the warm welcome of a nice girl in love with Italy, you live a real time warp: the 70’s sofa, the television sets on channel state, Marx paintings hanging on the walls: all is a well done attempt to recreate the atmosphere of the GDR. 

Dietro il banco, quattro orologi in evidenza settati sull’ora di Berlino, Mosca, Pechino e L’Avana.

*****

Back to the desk, there are four clocks set out on the time in Berlin, Moscow, Beijing and Havana.

L’ambientazione della Repubblica Democratica si ritrova con piacere anche nelle camere, rigorosamente arredate con “pezzi” dell’epoca, le pareti rivestite con carta da parati originali (se siete interessati, potete trovare ottime riproduzioni qui), tutte prive di televisione, ma dotate di radio funzionanti.

Perché non è solo ostalgie, è anche storia.

*****

The rooms are carefully decorated with furnitures of the German Democratic Republic, the wall are covered with “psychedelic” wallpaper, there is no television, but all have a radio working well.

It is not only ostalgie, is also history.

*“Qui nessuno ha bisogno di banane” si riferisce ad un pezzo di storia berlinese risalente alla caduta del muro, quando migliaia di cittadini di Berlino Est, una volta avuta la possibilità di riversarsi ad ovest, fecero il pieno di banane: salvo eccezioni, non le avevano mai mangiate.

*****

*"No one needs banana" is dating back to the fall of the Berlin Wall, when thousands of citizens of East Berlin, once had the opportunity to go to the West, full of bananas since they never have eaten them before.