21 Dic Moda

BraghetteRosse

Correva l’anno 2009 quando Giovanna Villani, dopo una lunga carriera come stilista negli USA e in Italia e una serie di collaborazioni come esperta di pelletteria presso la United Nations Industrial Development Organization in Etiopia, crea BraghetteRosse, un marchio che disegna, produce e commercializza collezioni di accessori per l’abbigliamento in nome dell’eticità e del design sostenibile.

Tutti i prodotti sono creati attraverso il S.I.M. - Social Integrated Manufacturing - un sistema di produzione e design il cui obiettivo è l’inserimento di gruppi marginalizzati attraverso lavorazioni manuali e creative. In questo modo si realizzano due obiettivi importanti: creare possibilità di lavoro e di emancipazione per persone che rimarrebbero altrimenti isolate e, al tempo stesso, soddisfare doppiamente il cliente che, acquistando un prodotto di alta qualità, si sente parte integrante di questo processo.

Ad oggi l'azienda fiorentina vanta ben tre linee di produzione.

Nella Signature Collection tutte le borse, le scarpe e gli accessori sono prodotti rigorosamente in Italia e portano la stampa con disegno Braghetterosse Outline o Braghetterosse Pantrow.

La collezione Papagoochi Baggies è realizzata dal laboratorio Papagoochi della Conceria Hafde: tutte le borse sono tinte a mano con tecnica tie-dye in tanti bellissimi colori. All’interno di ogni borsa, le ragazze assitite del progetto "Women In Development" di Zway hanno ricamato il loro nome e numerato ciascuna etichetta.
 
 
 
 
La collezione Mamamilk Bags è il risultato di tre anni di lavoro con importanti organizzazioni in Etiopia: Don Bosco Children’s Project e Street Invest, che lavorano per il recupero dei bambini di strada; l’Alert Hospital che accoglie anziani disabili a causa della lebbra; il Beza Lehiwot che ospita le madri più indigenti di Addis Ababa e offre loro formazione di taglio, cucito e ricamo.

Tutte queste realtà, coordinate tra loro, realizzano le varie fasi della produzione: le buste usate del latte vengono raccolte, lavate, tagliate in stringhe sottili e tessute in stuoie; queste sono poi modellate, ritagliate, cucite  e rifinite con dettagli di pelle impunturata a mano; infine, vengono applicate le fodere e applicate le etichette.

Ogni fase del processo coinvolge persone di tutte le generazione, formate alle varie specialità artigianali.